Neste Oil : integreremo le nostre raffinerie finlandesi

Neste Oil prevede di investire 500 milioni di € in un programma volto a consolidare e ottimizzare le prestazioni delle sue raffinerie finlandesi come parte di uno sforzo per rendere la società più competitiva a livello Europeo.
Il piano attuale è quello di integrare strettamente le operazioni di raffineria di Porvoo (con i suoi 9,8 milioni di tonnellate annue prodotte) e quelle di Naantali (3 milioni di tonnellate annue) per migliorarne l’efficienza operativa e di costo, ha dichiarato la società.

Secondo il programma di ottimizzazione e di integrazione in corso, Neste Oil prevede di gestire le due raffinerie come se fossero un unico sistema, con quattro linee di produzione a Porvoo e una quinta a Naantali. Lo sforzo di risanamento comporterà la chiusura di alcune unità esistenti a Naantali, nonchè una riduzione della forza lavoro per circa 250 dipendenti, soprattutto per le operazioni svolte in Finlandia, afferma Neste Oil.

Naantali continuerà a produrre diesel e prodotti speciali, inclusi i solventi, e a mantenere un ruolo importante nella produzione di materie prime, come il gasolio sotto vuoto, per la raffineria di Porvoo. Inoltre, i componenti della benzina prodotti a Naantali saranno trasformati in prodotti finiti a Porvoo, con la capacità del terminale di Naantali da utilizzare per la distribuzione di produzione di benzina di Porvoo, aggiunge Neste Oil.

Gli investimenti che stiamo pianificando, una volta completati, ci aiuteranno a raggiungere il nostro obiettivo di redditività a lungo termine“, ha affermato Matti Lievonen, Presidente e CEO Neste Oil .
Data la sostanziale sovraccapacità esistente nel settore della raffinazione del petrolio in Europa, abbiamo bisogno di puntare su una vasta gamma di soluzioni per migliorare la nostra competitività e garantire  la crescita futura della società“, aggiunge Lievonen.

Il piano di investimenti previsto riguarda una serie di progetti, il più grande dei quali comporterà la costruzione di un’unità da 200 milioni di € a Porvoo per il pretrattamento della materia prima SDA, il cui completamento è previsto per il 2017.

Neste Oil sta inoltre esaminando il futuro del sistema di distribuzione di energia elettrica della raffineria Porvoo. Una delle opzioni prevede la vendita della rete di distribuzione di Porvoo ad un investitore esterno, al fine di liberare le risorse che potrebbero essere utilizzate per investimenti nel core business della società, dichiara Neste Oil, aggiungendo che intende portare a termine uno studio su questa opzione entro l’anno.
Un precedente progetto per la modernizzazione della produzione di energia nella raffineria di Porvoo è stato poi modificato per implementare una centrale elettrica di 250 milioni di € attraverso una joint venture fuori bilancio con Veolia e Borealis.

Si prevede di prendere una decisione definitiva sul progetto della centrale Porvoo nel corso del secondo semestre del 2015, con il completamento degli investimenti in programma per il 2017.
A Naantali, Neste Oil intende investire circa € 60 milioni per effettuare vari miglioramenti volti a semplificare la struttura della raffineria.
Mentre l’ingegneria relativa ai progetti in Naantali verrà completata nei primi mesi del 2015, la società non rilascerà una decisione finale sugli investimenti dei singoli progetti sul sito fino al completamento dell’ ingegneria di base sui progetti, che è prevista per l’inizio del 2015.
Se approvati, i progetti di ottimizzazione per la raffineria di Naantali verranno completati nei primi mesi del 2017.

Fonte: Oil & Gas Journal

You may also like...